fbpx

Moscow Mule: storia e ricetta di un drink nato per caso

da | 17 Dic, 2020 | Cocktail

Il tempo di lettura stimato per questo post è 124 secondi.

La conosci la storia del Moscow Mule?

Tutto ebbe inizio nel 1941 in un bar di New York, il Chatham, dall’incontro di 3 imprenditori disperati che si ritrovarono per tentare di risollevare le proprie attività.

John G. Martin

Da una parte del bancone troviamo John G. Martin, presidente dell’Heublein, che ha appena acquisito i diritti di commercializzazione della vodka Smirnoff direttamente da Vladimir Smirnov. Questo fu possibile grazie ad un accordo fatto con un certo Rudolph Kunett, un russo emigrato in America nel 1920, la cui famiglia era fornitrice di alcoolici a Mosca prima della rivoluzione, il quale aveva ottenuto la licenza per produrre la vodka in Nord America. Tale attività non dà però i risultati sperati dal momento che la vodka era ancora poco apprezzata dagli americani.

Jack Morgan

Dall’altra parte Jack Morgan, proprietario del Cock’n’Bull Tavern in Sunset Boulevard, il locale più cool di Hollywood, ha un grosso problema. Ha una Ginger beer fatta in casa, uno di quei prodotti che oggi verrebbero venduti a fiumi, ma lui in quegli anni, pur certo della bontà che aveva realizzato, non riesce però a vendere tutte le bottiglie che ha in magazzino.

I due, non si sa per quale caso del destino iniziarono a parlare e a ragionare sui loro fallimenti, finché non gli venne una splendida idea: perché non combinare insieme i due ingredienti?
Ormai non avevano più niente da perdere e pensarono che unendo i due ingredienti avrebbero potuto dare vita a qualcosa di unico!
In quel momento al Chatham entrò una terza persona: Sophie Berezinski.

Sophie Berezinski

Sophie, una ragazza russa figlia del proprietario di una fabbrica di oggetti di rame.
Sophie ha pensato e creato uno stock di mug da 5 once, di rame, con un particolare manico e con inciso sopra un simpatico asinello. La tazza però non ha un gran successo commerciale in Russia, così il padre spedisce Sophie negli Stati Uniti a cercare fortuna.

I due colsero al volo l’occasione per provare il loro nuovo mix dentro una di quelle strane tazze.

Ecco la leggenda dell’ormai famosissimo “Mulo di Mosca”, un cocktail che in pochi anni ha fatto la sua fortuna prima negli Stati Uniti (tanto che la Vodka negli anni ‘70 arriva a superare le vendite de Bourbon) poi in tutto il mondo.

La ricetta originale prevede:

– 4,5/5 cl vodka
– 12 cl ginger beer
– 1/1,5 cl succo di lime fresco

Correlati

Facebook
Instagram
Tik Tok
Privacy e Cookie Policy

Newsletter

Entra nella nostra community!

Compilando il form autorizzi Drink Porn Italy al trattamento dei tuoi dati personali, i quali saranno utilizzati al solo fine di inviare la newsletter e non saranno comunicati a terzi, né diffusi.
 
Facebook
Instagram
Tik Tok

Pin It on Pinterest